Blue Scarlet

Valutazione attuale:  / 25
ScarsoOttimo 

Il nuovo Singolo dei Blue Scarlet: "Rubando il Tempo di una Vita"

 

È nei periodi difficili, più che nei facili, che si forma un gruppo, e i Blue Scarlet, dopo l’uscita del bassista Timothy Barbero per motivi personali, prontamente sostituito dal talentuoso Marco Luciano, hanno saputo dimostrare di essere una band matura a sufficienza per ripartire col piede giusto, componendo e registrando un nuovo brano dal titolo ‘Rubando il tempo di una vita’, in uscita, per conto di Maia Records, il 19 gennaio 2013.
Il nuovo brano firmato dai Blue Scarlet, disponibile sui Web-Store digitali da sabato 19 gennaio 2013, segna un nuovo capitolo nella carriera della giovane e promettente band. Dopo pochi mesi dall'uscita del disco ‘Colori sospesi’, i Blue Scarlet tornano in campo e provano a raccontare con la loro musica un tema di estrema attualità. Nella canzone, come spesso accade nella vita, amore e follia infrangono alcuni stereotipi della nostra società. Il tema trattato è quello dello stalking, purtroppo sempre più spesso protagonista della cronaca nera italiana e mondiale.

A fare la differenza è la chiave di lettura con cui i Blue Scarlet ne parlano. A raccontarsi nelle note di ‘Rubando il tempo di una vita’ non è la vittima ma il carnefice. È lo stalker stesso che, preda di un flusso di coscienza confuso e senza fine, si rivolge direttamente alla sua “preda”. Ne nasce una morbosa escalation di emozioni che, partendo da atteggiamenti amorevoli e confidenziali, passa a toni aggressivi e minacciosi. E i ruoli, almeno nella testa del caotico persecutore, sembrano invertirsi. Il tormentatore si racconta come il tormentato, vittima di un sentimento non contraccambiato, respinto senza motivo da una donna che ama - o crede di amare - più di sé stesso. Ma l’immaginario e irreale scambio di ruoli sul finale si svela come fasullo. A smascherare lo stalker e a riportarlo agli occhi di tutti al posto che gli spetta - quello del persecutore - è la sua cattiveria, portata alla luce in ‘Rubando il tempo di una vita’ dalla violenza verbale che lui utilizza come arma di riscatto verso la donna che lo ha reso infelice e che, quindi, ha deciso di perseguitare. Nessun rimorso però viene a galla in questo gioco di ruoli dove la donna si mostra intrappolata in una storia finita e lui, l’uomo, si giustifica in una pazzia nata per colpe altrui e per nulla insita in lui stesso.

Il singolo verrà lanciato dall'etichetta Maia Records sotto la supervisione del discografico Verdiano Vera. ‘Rubando il tempo di una vita’ sarà inoltre accompagnato dal primo videoclip della band che per le riprese ha scelto alcune tra le location più belle e caratteristiche del savonese: la Fortezza del Priamar e l'ex base militare americana sul Colle del Melogno di Finale Ligure.

Nel videoclip un inseguimento a perdifiato tra protagonista e antagonista accompagnerà verso un finale del tutto inaspettato che saprà aggiungere un pizzico di pazzia a un racconto già condito da pura follia.

 

Per offrire un servizio migliore, questo sito fa uso di cookies tecnici e di terze parti. Continuando la navigazione nel sito, si acconsente al loro impiego secondo la nostra Cookie Policy.